Agnieszka Jania

  • Luogo di nascita: Polonia
  • Data di nascita: 17 aprile 1990
  • Formazione: Accademia Nazionale Drammatica di Cracovia
  • Lingue: Polacco, Inglese
  • Altezza: 1,65
  • Occhi: Azzurri
  • Capelli: Rossi
  • Segni particolari: Agnieszka non ha mai pensato che la vita l’avrebbe portata in Italia. È venuta qui trascinata dalla voce del suo cuore nel 2015 e si è rapidamente acclimatata in questo mondo rumoroso e piuttosto caotico. Imparare l’italiano è riuscito sicuramente meglio rispetto al guidare la macchina a Roma. Ancora deve imparare a non preoccuparsi quando per la strada gli Italiani suonano con il clacson e sorpassano senza freccia. Ci sono alcune cose dell’Italia che ama follemente: pasta, pizza, caffe e sole. È intransigente e testarda, se decide di fare qualcosa, allora niente le impedirà di farlo. Quando aveva 10 anni in vacanza con i suoi genitori, ha detto che lei (come suo fratello maggiore) avrebbe saltato in piscina di testa, e anche se ha pagato il duro prezzo del dolore alla pancia, alla fine del giorno fece il suo impeccabile salto nell’acqua. E’ molto sensibile ed emotiva. Dal 2014 si interessa al linguaggio dei segni. Ama il mondo dei non udenti. Per anni ha realizzato vari progetti di teatro e danza con i giovani sordomuti a Cracovia. Uno dei capisaldi indiscutibili della sua vita è: timbrare il biglietto sul autobus.
    astani
 

Formazione

  • Accademia Nzionale Drammatica di Cracovia
  • Lart Studio – Scuola Teatrale di Cracovia

Teatro

  • 2018 "Iperico" regia di Matteo Lai
  • 2017 “Ricordi di un inverno inatteso” regia di Lorenzo Collalti
  • 2017 “O Processo! Tre ragazzi un mistero”, regia di Matteo Lai
  • 2017 ”Miganiec” regia e coreografia di Agnieszka Jania, Aneta Orlik
  • 2016 “Paralipomena. regia e coreografia di Agnieszka Jania, Aneta Orlik
  • 2014 “Tuoni”, regia di Giulia Bartolini
  • 2014 “Il linguaggio della montgana”, regia di Matteo Lai
  • 2014 “Transdyptyk”, regia e coreografia di Anna Piotrowska
  • 2014 “As You like it”, regia di Brian Michaels.
  • 2014 “Understanding silence”, regia di Agnieszka Jania
  • 2014 “Ms. Koch”, regia di Agnieszka Jania
  • 2014 “As if it were meant to last forever”, regia e coreografia di Janusz Skubaczkowski
  • 2013 ”Dni nasze”, regia e coreografia di Janusz Skubaczkowski
  • 2012 “Sleep for a dream” Regia e coreogragia di Roni Label, Avriam Saar
  • 2011 “Na chwilę” (integrated dance company in Silesia) Coreografia: Jarosław Karch

Cinema

  • 2017 “Capri Revolution”, regia di Mario Martone

Series

  • 2018 “The New Pope”, regia di Paolo Sorrentino/li>

Cortometraggi

  • 2018 "LEI" regia di Agnieszka Jania
  • 2016 “The killer in red”, regia di Paolo Sorrentino
  • 2015 “Pod poziomem morza / Below sea level”, regia di Bartek Bala.
  • 2014 “4000 kolców”, regia di Bartek Bala.
  • 2013 "Lokator / Tenant”, regia di Nina Minor, Katarzyna Gorczyca, Jakub Urbański
  • 2013 “Panieńskie", regia di Dominika Gnatek.
  • 2012 “Dead Island: Riptide" - Motion Capture – game cutscenes.

Premi

  • 2018 Mayor of Tarnow artistic scholarship
  • 2017 Minister od Culture and National Heritage Scholarship
  • 2014 Silesian Debuts
  • 2014 Silesian Marshal Culture Scholarship
  • 2006 Mayor of Tarnow Athletic Scholarship
  • 2002-2007 Multiple Polish championship and the national team representation at the European Cheerleader Championships

Categoria: